Collezione: Birra

Una delle più grandi gamme di birre analcoliche della Svizzera. Che si tratti di lager, India Pale Ale o stout, da Undrunk troverai una selezione curata delle migliori birre analcoliche. Perfetto per godersi un brindisi dopo il lavoro o nel fine settimana. Saluti!
Filtra e ordina

Filtra e ordina

26 prodotti

Prezzo

Il prezzo più alto è

CHF
CHF
Tipo di prodotto
Brand
Anzahl an Produktbewertungen

26 prodotti

  • Fornitore:
    Kitchen Brew

    Inferno senza vento

    Prezzo di listino 3.60 CHF
    Prezzo di listino Prezzo di vendita 3.60 CHF
    Inferno senza vento
  • Fornitore:
    BRLO Craft Beer

    Pale Ale analcolica nuda

    Prezzo di listino 3.60 CHF
    Prezzo di listino Prezzo di vendita 3.60 CHF
    BRLO Naked Alkoholfreies Pale Ale
  • Fornitore:
    Kitchen Brew

    Birra chiara calma

    Prezzo di listino 3.80 CHF
    Prezzo di listino Prezzo di vendita 3.80 CHF
    Birra chiara calma
  • Fornitore:
    Kitchen Brew

    Calma NEIPA

    Prezzo di listino 3.30 CHF
    Prezzo di listino 3.90 CHF Prezzo di vendita 3.30 CHF
    Calma NEIPA
    Vendita
  • Fornitore:
    Põhjala Brewery

    Tundra IPA analcolico

    Prezzo di listino 3.90 CHF
    Prezzo di listino Prezzo di vendita 3.90 CHF
    Tundra IPA analcolico
  • Fornitore:
    St. Laurentius Bülach Craft Beer

    Svuota la mente > 0,5% vol.

    Prezzo di listino 3.90 CHF
    Prezzo di listino Prezzo di vendita 3.90 CHF
    St. Laurentius alkoholfreies Session IPA Clear your mind
  • Fornitore:
    Beavertown Brewery

    Lazer Crush IPA senza alcool

    Prezzo di listino 3.60 CHF
    Prezzo di listino 0.00 CHF Prezzo di vendita 3.60 CHF
    Lazer Crush IPA senza alcool
  • Fornitore:
    Kitchen Brew

    Rosso irlandese senza vento

    Prezzo di listino 3.70 CHF
    Prezzo di listino Prezzo di vendita 3.70 CHF
    Kitchen Brew Windstill Irish Red alkoholfreies Bier
    Esaurito
  • Fornitore:
    Fungtn

    Fungtn Reishi Citra Hop analcolico

    Prezzo di listino 3.70 CHF
    Prezzo di listino Prezzo di vendita 3.70 CHF
    FUNGTN Reishi Citra Beer alkoholfreies Bier
  • Fornitore:
    Fungtn

    Fungtn analcolico Lions Mane IPA

    Prezzo di listino 3.70 CHF
    Prezzo di listino Prezzo di vendita 3.70 CHF
    Fungtn Lion's Mane IPA alkoholfreies Bier
  • Fornitore:
    Euelbräu

    Eulebräu - GRATIS

    Prezzo di listino 3.60 CHF
    Prezzo di listino Prezzo di vendita 3.60 CHF
    Eulebräu - GRATIS
  • Fornitore:
    Insel-Brauerei

    Surfers Summer Ale - analcolica

    Prezzo di listino 3.80 CHF
    Prezzo di listino Prezzo di vendita 3.80 CHF
    Surfers Summer Ale - analcolica
    Esaurito
  • Fornitore:
    Lervig

    Nessuna preoccupazione al pompelmo Pale Ale

    Prezzo di listino 3.70 CHF
    Prezzo di listino Prezzo di vendita 3.70 CHF
    Lervig No Worries grapefruit Pale Ale alkoholfreies Bier
  • Fornitore:
    Lervig

    Nessuna preoccupazione Pale Ale

    Prezzo di listino 3.70 CHF
    Prezzo di listino Prezzo di vendita 3.70 CHF
    Lervig No Worries Pale Ale alkoholfreies Bier
  • Fornitore:
    Insel-Brauerei

    Stagione dei nuotatori - Analcolico

    Prezzo di listino 3.80 CHF
    Prezzo di listino Prezzo di vendita 3.80 CHF
    Insel-Brauerei Swimmers Saison alkoholfrei
  • Fornitore:
    LOLA Bier

    Spirito analcolico

    Prezzo di listino 3.70 CHF
    Prezzo di listino Prezzo di vendita 3.70 CHF
    Spirito analcolico

Birra analcolica

La birra è stata per secoli una delle bevande più popolari in tutto il mondo. Gli antichi egizi preparavano già una bevanda simile alla birra facendo fermentare il porridge di grano in una vasca. In questo tempo antico era pratica comune pagare gli operai per la costruzione delle piramidi con pane e birra. Anche in Europa i Celti producevano anticamente una birra di frumento dolcificata con miele chiamata Cervisia. Nel corso dei secoli, la birra è diventata la bevanda popolare più popolare in molte parti d'Europa. Tuttavia, la birra come la conosciamo oggi risale al XVI secolo. A quel tempo, l'aggiunta di luppolo allungava notevolmente la durata di conservazione e ampliava la varietà di aromi.

Da quanto tempo esiste la birra analcolica?

Già verso la fine del XIX secolo furono fatti tentativi infruttuosi di produrre birra analcolica. Durante il proibizionismo negli Stati Uniti, i birrifici statunitensi producevano birre con 0,5% vol. fa, ma anche queste non riuscivano a convincere in termini di gusto. Fu solo nel 1965 che il birraio svizzero Hans Hürlimann riuscì a coltivare un ceppo di lievito nel suo omonimo birrificio di Zurigo, che ridusse la gradazione alcolica a 0,5% vol. limitato. La birra chiamata "Oro" è considerata una pietra miliare nella storia delle birre analcoliche. Dal 1972, Hürlimann ha supportato il birraio tedesco Ulrich Wappler nella produzione della prima birra analcolica dalla Germania. La fermentazione è stata rallentata dal freddo, tanto che la birra conteneva meno dello 0,5% vol. contenuto. Nell'ex RDT la birra si chiamava AUBI - birra del guidatore.

Come viene prodotta la birra analcolica?

Esistono due metodi classici per rimuovere l'alcol dalla birra. Uno di questi è la distillazione sotto vuoto. Qui la birra viene prima prodotta normalmente, cioè con alcool, e fermentata. Poi viene evaporato sotto vuoto come in una distillazione. La birra alcolizzata scorre attraverso un cilindro riscaldato e verticale. Poiché c'è una pressione negativa nel cilindro, il punto di ebollizione dell'etanolo scende da 78°C a 40°C, il che significa che l'alcol può essere distillato dalla birra analcolica senza alcuna perdita importante di aroma.

Il secondo metodo è quello della fermentazione arrestata. L'alcol viene creato in una birra quando il lievito converte lo zucchero del malto in etanolo e CO2, cioè in alcol e anidride carbonica. Quando la fermentazione viene interrotta, il lievito viene lasciato nell'infuso fino a quando la gradazione alcolica raggiunge un massimo di 0,5% vol. raggiunto. Un forte riscaldamento interrompe la fermentazione e non può più essere prodotto alcol. Poiché la fermentazione si è interrotta prematuramente, non tutto lo zucchero del malto può essere convertito dal ceppo di lievito in alcol e acido carbonico, quindi le birre hanno una certa dolcezza residua. Con questo metodo vengono prodotte soprattutto le classiche birre di frumento analcoliche, motivo per cui queste birre sono particolarmente apprezzate dagli sportivi per il loro carattere dolce e isotonico.

Oltre ai metodi classici, esistono altri metodi per produrre birra analcolica. Un metodo che sta diventando sempre più popolare è l'aggiunta di speciali ceppi di lievito, che convertono solo lo zucchero macinato in alcol fino a 0,5% vol. vengono raggiunti. Con questi lieviti non è necessario interrompere prematuramente la fermentazione. Il birraio svizzero Hans Hürlimann è considerato un pioniere di questo metodo.

Un altro approccio è rallentare la fermentazione. Qui l'attività del lievito è strozzata dalle basse temperature, in modo che non più dello 0,5% vol. può sorgere. Tuttavia, questo metodo è utilizzato solo da pochi birrifici. Un ultimo modo per rimuovere l'alcol dalla birra è attraverso la filtrazione. L'alcol viene in qualche modo filtrato dalla birra e poi riempito con acqua fino allo 0,5% vol. vengono raggiunti.

E il fatto è: a causa della crescente popolarità delle birre analcoliche, in futuro verranno sicuramente studiati altri metodi per la dealcolizzazione delle birre.